Questo sito utilizza cookie (propri o di altri siti) per salvare informazioni e tracciare dati di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui Altrimenti accedi a un qualunque elemento del sito.

Ok
Quando il dolore colpisce
viso e testa

Nevralgia del trigemino

L’infiammazione del trigemino è una patologia che si presenta con un dolore molto intenso localizzato in alcune aree del viso.


Cos'è la nevralgia del trigemino

Può capitare di conoscere qualcuno che soffre di nevralgia del trigemino o di averne sentito parlare e di associare a questo nome un disturbo doloroso legato a un’area del volto. In effetti, con il termine trigemino si indicano due nervi che si trovano in posizione simmetrica sul lato sinistro e sul lato destro della testa e svolgono diverse funzioni, principalmente di tipo sensitivo, cioè di trasporto delle informazioni di senso.

Quando questa coppia di nervi si infiamma o viene danneggiata possiamo parlare di nevralgia del trigemino, un disturbo che generalmente ha natura cronica e che colpisce quasi sempre un solo lato del viso. Solo raramente, infatti, chi soffre di nevralgia del trigemino prova dolore a entrambe le parti della testa.

L’infiammazione del nervo trigemino viene classificata secondo tre categorie, distinte in base al tipo di dolore:

  • TN1, la nevralgia del trigemino di tipo 1, la tipologia più diffusa, che si manifesta con un dolore lancinante e non costante;
  • TN2, la nevralgia del trigemino di tipo 2, definita anche nevralgia trigeminale atipica, che si presenta con un dolore intenso e continuo, accompagnato in alcuni casi da una sensazione di bruciore;
  • STN, la nevralgia trigeminale sintomatica, causata da altre patologie, come per esempio la sclerosi multipla.

La nevralgia del trigemino colpisce prevalentemente persone con un’età superiore ai 40 anni ed è più frequente nelle donne. Si tratta di una patologia che ha un impatto fortemente negativo sulla qualità della vita di chi ne soffre, perché l’intensità del dolore può rendere difficoltosa ogni attività, anche le più semplici, con un conseguente stravolgimento della propria quotidianità. Motivo per cui, nei casi peggiori, si può sviluppare una forma di depressione.



nevralgia-de-trigemino
Cause Sintomi Rimedi

Cause

Come per le altre forme di nevralgia, anche per quella del trigemino non sono del tutto note le cause effettive di questa patologia. Si ritiene che quella più probabile sia da imputarsi alla compressione del nervo trigemino operata da un vaso sanguigno.

Possono esistere altre cause, di varia natura, tra cui:

  • malattie del sistema nervoso, come per esempio la sclerosi multipla;
  • traumi o lesioni cerebrali;
  • anomali dei vasi sanguigni, come per esempio gli aneurismi;
  • conseguenze del virus Herpes Zoster, responsabile della varicella infantile e del fuoco di Sant’Antonio, in questo caso si parla di nevralgia post erpetica.

Sintomi

Si possono riscontrare molti sintomi del trigemino infiammato, che dipendono dalla persona che ne soffre e anche dalla tipologia di nevralgia del trigemino. Per esempio, l’infiammazione del trigemino di tipo TN1 è caratterizzata da dolore forte e intermittente, mentre quella di tipo TN2 si distingue per un dolore intenso ma costante. Un punto in comune è rappresentato dalle aree che vengono colpite dal dolore causato da questo disturbo, che possono essere:

  • occhi;
  • labbra;
  • naso;
  • cuoio capelluto;
  • fronte;
  • arcate dentali;
  • mandibola e mascella;
  • guance.

Alcuni dei sintomi che si possono riscontrare sono:

  • dolore presente su un solo lato della testa;
  • comparsa improvvisa del dolore (specialmente nel tipo TN1);
  • attacchi che, nel tempo, diventano sempre più frequenti (specialmente nel tipo TN1);
  • assenza di dolore di notte, durante il sonno (specialmente nel tipo TN1);
  • sensazione di bruciore (specialmente nel tipo TN2);
  • persistenza di un dolore sordo tra un attacco e l’altro (specialmente nel tipo TN2);

Sono stati identificati numerosi fattori, diversi tra loro, che possono scatenare gli attacchi. Questi elementi vengono definiti trigger e rappresentano anche un elemento di prevenzione: infatti, per esempio, alcune persone che soffrono di nevralgia del trigemino preferiscono evitare le attività legate ai trigger in modo da non innescare nuovi attacchi. Alcuni di questi fattori, che fanno parte di attività quotidiane a volte irrinunciabili, possono essere:

  • toccare la pelle della guancia, per esempio quando ci si rade o ci si trucca;
  • lavarsi i denti;
  • muovere le labbra, per esempio per parlare o mangiare;
  • toccare zone sensibili, come gli occhi, le orecchie, il naso, le labbra;
  • esporsi al freddo o al vento;
  • bere bevande molto calde o molto fredde.

Rimedi

La cura per l’infiammazione del trigemino dipende dalla diagnosi precisa e accurata, effettuata dal medico anche attraverso il ricorso a esami clinici: individuare esattamente la tipologia e, soprattutto, la causa di questa patologia permette di identificare il trattamento più idoneo. Ecco perché, se da una parte esistono medicinali e terapie che il paziente può adottare per alleviare i sintomi, dall’altra solo attraverso il supporto specialistico del medico si può stabilire come curare il nervo trigemino.

Una volta diagnosticato il problema, in genere si può optare per:

  • la terapia farmacologica;
  • la terapia chirurgica;
  • la terapia complementare.

O, più facilmente, per un corretto utilizzo di più di una di queste opzioni.

Attraverso la terapia chirurgica, per esempio, si può cercare di rimediare alla compressione del nervo trigemino intervenendo sulla posizione del vaso sanguigno che lo comprime.

La terapia farmacologica, più che una cura per la nevralgia del trigemino, va considerata come un metodo per alleviare i sintomi più fastidiosi e prevede l’utilizzo di alcuni medicinali, per esempio farmaci che rilassano la muscolatura e FANS, farmaci antinfiammatori non steroidei, che offrono un’azione analgesica e antinfiammatoria. Parallelamente al ricorso alla terapia farmacologica, alcune persone scelgono terapie complementari di trattamento del dolore, come l’agopuntura, la stimolazione elettrica dei nervi, la meditazione e altre tecniche di rilassamento, anche se non esiste al momento una prova scientifica dell’effettiva validità di questi metodi.

Altri dolori

Non solo mal di testa

Mal di denti / Mal di schiena / Dolori muscolari / Dolori osteoarticolari
Prev
Next

Mal di denti

Mal di denti

Il mal di denti è un problema che può nascondere molte cause e che può rendere difficili le nostre giornate e le nostre notti.

Scopri di più >

Mal di schiena

Mal di schiena

Il mal di schiena: un disturbo molto frequente che può compromettere la nostra vita di tutti i giorni.

Scopri di più >

Dolori muscolari

Dolori muscolari

I dolori muscolari sono un problema diffuso che non colpisce soltanto chi fa sport.

Scopri di più >

Dolori osteoarticolari

Dolori osteoarticolari

I dolori osteoarticolari: Quando a far male sono le articolazioni.

Scopri di più >